• In evidenza
  • News
  • Novità di Autodesk Revit per la collaborazione con Civil 3D, i ferri in forma libera ed altro ancora

Da agosto è disponibile Autodesk Revit 2019.1, in tutte le lingue compreso l’italiano. Se hai un abbonamento attivo, puoi già scaricarlo dal portale Autodesk Account.
Questo aggiornamento introduce numerose novità, di cui la principale riguarda la collaborazione con Autodesk Civil 3D per condividere le Superfici Topografiche. E poi miglioramenti nella collaborazione in generale, nella definizione dei ferri per il cemento armato in forma libera, nelle prospettive, nell’interfaccia.

La collaborazione di Revit con Civil 3D nel condividere le Superfici Topografiche avviene attraverso BIM 360.

Finora, per ottenere una Superficie topografica in Revit, dovevi prima di tutto esportare la Superficie da Civil 3D in formato LandXML, per poi importarla in Revit grazie ad una estensione, Site Designer, che è necessario installare esplicitamente. Ora invece il percorso è più semplice ed efficace. Non devi installare nulla, solo assicurarti di avere Revit e Civil 3D 2019.1. Da Civil 3D pubblichi la Superficie su BIM 360 Docs, per renderla disponibile attraverso un link a Revit, con notevoli vantaggi:

  • Il riconoscimento della georeferenziazione, cosa molto importante (ricordati che ho un’anima GIS  ), che ti permette di iniziare un progetto a partire dal rilievo restituito con Civil 3D, nella corretta poszione in un sistema di coordinate italiano..
  • L’aggiornamento dinamico: se modifichi la superficie con Civil 3D, ti basta pubblicarla di nuovo su BIM 360 Docs perchè Revit si possa aggiornare.


Un’altra novità importante di Autodesk Revit 2019.1 riguarda il disegno dei ferri per il cemento armato. Ora è possibile creare serie di ferri in forma libera con distribuzione allineata: barre planari, distribuite lungo elementi strutturali complessi. Le barre possono essere perpendicolari a un bordo o parallele a una faccia selezionata, vincolate alla cassaforma e adattarsi ai suoi cambiamenti.

Revit 2019.1: l’interfaccia iniziale, la Home, è stata rivista per tenere conto di tutte le possibili fonti di dati e modelli, compreso il Cloud, BIM 360. Altre novità riguardano:

  • Migliore supporto dei file IFC presenti in BIM 360, che possono essere collegati grazie a Desktop Connector e mantenere il collegamento.
  • Miglioramenti alle viste in prospettiva ed alle viste in sezione
  • La possibilità di applicare, modificare e spostare un retino alla superficie superiore dei muri
  • La possibilità di importare un doppio retino di rivestimento
  • Le possibilità di ridimensionare le finestre di dialogo

Stampa Email

Questo sito utilizza cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Per proseguire la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più leggi l'informativa sulla privacy.