Marcolin Eyewear

Avere a disposizione tutti i layout
in digitale, in un unico modello
virtuale, oltre ad essere una risorsa
di conoscenza condivisa delle
informazioni, ci aiuterà ad adottare
un nuovo standard lavorativo e ad
affacciarci al futuro.

 

Marcolin SPA necessitava di un rilievo e della restituzione di un modello BIM per lo stabilimento di Fortogna. Sfida complessa, soprattutto per la parte relativa all’impiantistica che richiedeva una rappresentazione precisa, puntuale e di alta qualità nella definizione degli oggetti macchina.

La nostra lunga esperienza sui modelli BIM ci ha permesso di interpretare nel miglior modo le necessità del cliente realizzando un modello che possa rappresentare un esempio per quelli che ci auguriamo seguiranno.
Grazie a una divisione interna che opera nel mondo dell’acquisizione del dato digitale siamo diventati una delle poche realtà in Italia in grado di offrire servizi completi di Rilievi, Digitalizzazione e Modellazione con metodologia BIM. Mediante l’utilizzo delle più avanzate tecnologie di Rilevo (Reality Capture), grazie a laser scanner, droni e stazioni totali, è possibile ottenere un modello virtuale fondamentale per la gestione di un intero progetto digitale.

 

I servizi di digitalizzazione e affiancamento che offriamo al cliente consentono, infatti, la condivisione di informazioni puntuali, riprogettazioni facilitate di interi edifici e siti produttivi, creazione di nuovi prodotti tramite Reverse Engineering o con Generative Design oltre ad offrire supporto fondamentale nelle attività di manutenzione degli impianti.

Avere a disposizione i layout in digitali, in un unico modello virtuale, oltre ad essere una risorsa aziendale grazie alla condivisione di informazioni, aiuta ad adottare nuovi standard lavorativi, ridurre i tempi di realizzazione, diminuire drasticamente gli errori di progettazione.

 

 

 

  

 

 

"Con l’Ufficio Facility di Marcolin si è instaurato sin da subito un ottimo rapporto di fiducia e di costante confronto e proficua collaborazione, elementi decisivi per il successo del progetto”.

 

 

La soluzione


A Fortogna è stato avviato un processo Scan to BIM completo. I lavori di rilevamento incominciano nell’ottobre del 2019. Le fasi che hanno portato alla realizzazione del modello digitale hanno visto il coinvolgimento di diversi strumenti hardware e software. Per la cattura delle scansioni 3D (laser scanning) sono state utilizzate tecnologie Leica Geosystems come, Stazioni Totali, GNSS, Imaging Scanner BLK360, strumenti facilmente trasportabili ed in grado di effettuare scansioni a precisione millimetrica con velocità di 360mila punti al secondo. L’impiego congiunto di rilievi da terra e aerei da drone, ha consentito la raccolta di 256 scansioni. Al fine di interferire al minimo con le attività produttive, il rilievo è avvenuto parzialmente durante l’orario lavorativo, con le scansioni logisticamente più delicate rilevate durante i fine settimana o nei giorni festivi. Dopo un iniziale processing della nuvola di punti si sono ottenuti i file di esportazione che sono stati gestiti direttamente dai software Autodesk Recap Pro, Civil3D, Revit, NavisWorks e Infraworks. “Prima dell’avvio dei lavori abbiamo lanciato una piccola gara per decidere a quale fornitore e soluzioni affidarci”, spiega Davide Carrari. “Revit di Autodesk è stata per noi una scelta naturale, ben consci che si tratta di un programma complesso che necessita di un iniziale forte investimento in termine di formazione, ma altamente funzionale nel rispetto di tutto ciò che servirà poi in un prossimo futuro per progettare e lavorare in modo più efficiente, veloce e in un ambiente collaborativo”. Oggi l’Ufficio Facility di Marcolin SPA ha a disposizione 4 modelli digitali, ovviamente integrabili in un unico modello, ma distinti per facilitarne la visualizzazione, il recupero delle informazioni e il lavoro di integrazione delle informazioni. 

Leggi tutta la Case History

 

 

Stampa Email